venerdì, aprile 28, 2006

Materiali: II, 5°: Archivi: Archivio storico del Banco di Napoli

Vol. II: ARCHIVI
Cap. 5°: Archivio Storico del Banco di Napoli.
Home: Introduzione generale ai Materiali per una storia di Seminara
Indici: Links di accesso alle unità elementari dei Materiali
Archivio storico della Calabria

- L'Archivio Storico del Banco di Napoli è tanto interessante quanto poco noto ai fini delle nostre ricerche. Purtroppo presenta una certa difficoltà di consultazione. Non esistono gli Inventari tipici degli altri archivi, ma bisogna sapersi orientare nella ricerca, ossia nella consultazione dei libri di banca di istituti oggi non più esistenti. Ci vogliono alcuni giorni per imparare a consultare i volumi. Bisogna però avere una traccia, fornita dall'agente in napoli della famiglia di riferimento. Seminara aveva non pochi mastri della seta iscritti in Napoli nel Libro delle Matricole dell'Arte della Seta. Alcune famiglie seminaresi pare avessero origini napoletane. Insomma, non posso fornire gli Inventari con i numeri riguardanti Seminara, ma soltanto i miei appunti di Lavoro nei giorni in cui sono stato presso l'Archivio. Con l'occasione voglio ringraziare la Signora, di cui non ricordo il nome ma gentilissima, che mi istruì nell'uso dell'Archivio. Ho dimenticato tutto. Confido che gli Appunti qui riportati potranno essere utili a me stesso, quando ritroverò il tempo per recarmi nuovamente in quell'Archivio, o ad altri studiosi che vogliano recarsi e che possono qui forse trovare una traccia utile per iniziare.

ARCHIVIO STORICO DEL BANCO DI NAPOLI

Diari di Lavoro

Appunti senza data, tratti nell’ultimo soggiorno

Il negoziato di un giorno qualunque a Napoli nella primavera del 1603.
Notizie tratte dalle bancali del Sacro Monte e Banco della Pietà
A cura di Cornelia Del Mercato:

(Istituto Banco di Napoli, Quaderni dell’Archivio Storico, Napoli 1997).

a) Sacro Monte e Banco della Pietà. Filza del 1603 matr. 6. Bancali estinte dal 22 al 29 marzo.
– A 22 di marzo:
Attenzione: manca qualsiasi riferimento che trattasi dei d’Aquino di Seminara.
= A don Tomaso d’Aquino D. dudici. Et per esso a Luca Bolino cioè li D. 8 per un censo che gli ha venduto et li D. 4 per saldo delle lettioni che gli ha dato e darà per tutto questo mese. Di casa il dì 21 di marzo. Et per esso a Gio Geronimo Bolino suo figlio per altri tanti (29).
= A don tomaso d’Aquino D. 10 et mezzo. Et per esso ad Antonio Alibrando per tanti ha spesi in suo servitio per l’espedizione della dispensa al mastro d’atti del vicario d’Aversa et anco per palmi sei et un quarto d’armisino et onze quattro di passamaneria per suo servitio. Et si ponga a conto. Di casa il di 21 di marzo (100). + 452 + 467 + 619 + 768
= A Geronima d’Aquino D. 12. Et per essa a Prudentio Maturo per altri tante. Da casa adì 22 de marzo (196). +
= Gioanni d’Aquino (432) > Ambrosio de Fiore
= Giulia d’Aquino (778).
= Ottavio d’Aquino (739).
_________________________
Vittorio SOLDAINI, Notizie tratte dai giornali copiapolizze dell’antico banco di Santa Maria del popolo: 1589-1590. Edito da Institut International de la Banque. Extrait du n. 1 - 1968. Rivista Internazionale di Storia della Banca.
– Duca di Seminara:
785: 1589, maggio 2. – Al duca di Seminara D. 1200, per deposito fattogli (1,76)?
787: 1589, maggio 2. – Al principe di Conca D. 1200. E per lui al duca di Seminara, quale prestito, con promessa di restituirli ad ogni sua richiesta (I, 77.
921: 1589, maggio 9. – Al duca di Seminara D. 1200. E per lui alla duchessa di Castrovillari su mandato della Vicaria spedito in banca Califano. Sono i due terzi degli annui D. 1800 che dettò duca depositò nel nostro Banco il 2 del presente per pagarli, giusta promessa sua e della duchessa di Seminara, alla suddetta duchessa vita natural durante, sì come appare da cautele alle quali ci si riferisce. Detto deposito si libererà solo su ordine della Vicaria con ampia cessione delle ragioni in favore della duchessa di Seminara, del principe di Bisignano ed altri. A pié della polizza si legge poi che, detti D. 1200, per mandato della Gran Corte della Vicaria, spedito in banca Califano, si sono liberati alla duchessa di Castrovillari stante le debite cautele di recetto e cessione di ragioni contro la suddetta duchessa di Seminara “servata forma decreto”. E per la girataria al banco Grimaldi (1,87).
– Duchessa di Seminara:
921: 1589, maggio 9. – Al duca di Seminara D. 1200. E per lui alla duchessa di Castrovillari su mandato della Vicaria spedito in banca Califano. Sono i due terzi degli annui D. 1800 che detto duca depositò nel nostro Banco il 2 del presente per pagarli, giusta promessa sua e della duchessa di Seminara, alla suddetta duchessa vita natural durante, sì come appare da cautele alle quali ci si riferisce. Detto deposito si libererà solo su ordine della Vicaria con ampia cessione delle ragioni in favore della duchessa di Seminara, del principe di Bisignano ed altri. A pié della polizza si legge poi che, detti D. 1200, per mandato della Gran Corte della Vicaria, spedito in banca Califano, si sono liberati alla duchessa di Castrovillari stante le debite cautele di recetto e cessione di ragioni contro la suddetta duchessa di Seminara “servata forma decreto”. E per la girataria al banco Grimaldi (1,87).
____________________________________

BANCO DI NAPOLI
Archivio storico

Notizie
Tratte dai giornali copiapolizze degli antichi banchi intorno al periodo della rivoluzione napoletana del 1647-48.
A cura di Fausto Nicolini.
Napoli 1952-53

Seminara:
478. – 1612, luglio 10. – A Giovanni Battista Soprani e Bartolomeo Boggiani D. 25. E per essi al cardinale Spinelli per un cambio di Nicola Borsone di Seminara, pagabile a don Cesare Gallo e girata al detto cardinale (10, 64-64 t).
656. – 1612, luglio 13. – A Giovan Francesco Spinola D. 50. E per esso a Marcantonio di Franco di Seminara per tanti datili a cambio per Monteleone, de’ quali ha fatte lettere dirette al dottor Giacobbo di Franco, da pagarsi a Marcantonio Tomerchelli. E per esso a Fabio Carbuni per tanti panni avuti dal fondaco di Ottavio Favazzo (24, 79 t-80).
1360. – 1612, agosto 7. – A Giulio del Re D. 41. E per esso a Nicola Sinibaldi, in conto di D. 406.4.16, prezzo di libbre 149 e oncie 4 di seta sana di Seminara, venduta a carlini 27 la libbra (10, 280 t).

__________________________
BANCO SPIRITO SANTO
Pandetta 1591 = Volume Unico
Spoglio:
1) Conto Mag.co Giovanni Andrea de Franco > Foglio 447
2) Luca Lucchese {mart. Arte seta a. 1582} > Foglio 640
3) Marco di Fiore > Foglio 405
4) Luciano di Pascale > F. 578
--------
Pandetta 1594 Vol. 1° Matricola 5 Collocazione Piano 4
Spoglio:
1) Geronimo Coscina > F 901
- Libro Maggiore 1594 volume unico:
Avere:
14 giugno spinello per cassaro (conto F 901) ducati 68.4.
Giornale copiapolizze di Banco del 1594 Matr. 9, pag. 456, partita di 68 ducati e 4 tarì estinta in 14 giugno: “A Giovanni Cassaro ducati sessantotto, tarì 4, e per lui a Giovanna d’Aquino, et Giulio Cesare Spinello suo marito in solidum dissero se li pagano a complimento di ducati duecentotrentasei, tarì 4, che li altri ducati centosessanotto ce li ha pagati per il banco d’Olgiatti al detto Giulio Cesare, et ad Agazio Assante advovato di detta Giovanna in due partite una di ducati cento e l’altra di ducati sessantotto detti Giulio Cesare e Giovanna confessano averli ricevuti dal detto Agazio. Quali ducati 236.4 detto Gio. li paga come plegio del quondam Nunziante Cassaro per tanti che detto quondam Nunziante haveva esatti di denari della heredità del quondam Ettorre d’Aquino con plegiaria di restiturli a chi e quando mandaranno ad indicharia di Visignano alli quali ducati 236.4 detto Gio. con il predetto Visiliano sono state condennati ad restituirli a detta Giovanna come creditrice anteriore di detta heredità in virtù d’atti nel Sacro Consiglio in banca de Felice nel processo del quondam Giobatta Venato, et altri creditori di detta heredità. Perciò detta Giovanna per essere interamente soddisfatta, quieta il detto Gio. ed il detto Visaliano ed il predetto Agazio e tanto lei quanto il detto Giulio Cesare et ciascedun d’essi in solidum senza il beneficio di rescossione promettono cavare detto Gio. in leso anco in avanti il danno che patisse da tutti altri creditori di detta heredità che dovessero astringere a pagare detto Gio. di suddetti ducati 236 con la refettione di tutti i danni spese et interessi così come detto Giulio Cesare se ne è obligato per obliganza in Vicaria in banca di Califano a 30 di marzo del presente anno. E per il detto Giulio Cesare a Geronimo Coscinà che erano ben pagati. ” (Giulio Cesare Spinelli e Giovanna d’Aquino).
Dare:
25 giugno gio.francesco Mazziotta ducati 30
Giornale di cassa: pag. 867: “…” (non leggo).
12 luglio Muzio de Angelis ducati 17
Giornale di cassa: pag. 952: “…” (non leggo né trovo riferimenti
18 luglio Andrea Cemino ducati 9.1
Giornale copiapolizze di cassa del 1594 Matr. 8, p. 975, partita di ducati 9 e tarì 1 estinta il 18 luglio: “Al magnifico Geronimo Coscina ducati 9 e tarì 1. e per lui al mastro Andrea Cimino disse sono per il prezzo di tanti guarnimenti che ha presi da sua ipoteca per servizio del signor duca di Seminara a lui contanti. ”(trascrizione completa).
30 luglio Agazio Asanto ducati 7.2.10
Giornale di Cassa: pag. 1034: “Al magnifico Geronimo Coscina ducati sette e mezzo e per lui al magnifico Agazio Assanto disse che li paga a nome dell’Ill.mo Signor Giulio Cesare Spiniello cioè ducati 6.4 a complimento dei ducati 50 che dal signor Giulio Cesare ha esatto dalla torre orsaia in nome di detto Agazio e carlini 7 per tanti che da Agazio ha speso per servizio di detto Signor Giulio Cesare.”

Conclusione: Geronimo Coscinà risulta chiaramente come procuratore del duca Spinelli nell’anno 1594.

2) Balzano Andrea > F 907
- Libro Maggiore 1594 volume unico:
Avere:
25 giugno Sebastiano Tatagno (conto 469) ducati 4.1.3
Dare:
21 giugno Agostino Paduano cassa 4.1.3

3) Cesare di Leone > F 478
- Libro Maggiore 1594 volume unico:
Avere:
2 marzo per conto cassa ducati 100
Dare:
3 marzo per Antonio de Angelis 424 ducati

4) Dominico Riccio > F 136:402
- Libro Maggiore 1594 volume unico:
Avere:
avere per resto del libro precedente a foglio 631 Ducati 725
Dare:
3 dì gennaio per gio. Ravaschiero su conto 223 ducati 37.2.9
a dì 10 detto per Nunzio de Santis Ducati 7.1
a dì 12 detto per Giuseppe Premacile ducati 4.2.10
a dì 13 detto per Ospedale degli Incurabili conto xxx ducati 4
a dì 14 detto per Salvatore Duccio ducati 10
a dì 19 detto per Giovambattista d’Abitto ducati 50
a dì 29 detto per Giovan Paolo Capece ducati 7
a dì 9 di febbraio per Marcello Pellegrino ducati 19
ducati 725 per resto F. 402 ducati 589.4
4bis) Dominico Riccio > F 136:402
- Libro Maggiore 1594 volume unico:
Avere:
avere a dì 8 di febbraio per resto {F. 136} ducati 589.4
a dì 28 di maggio per M. Martino {monastero} F 327 ducati 400
a dì 3 di giugno per centurione per cassa ducati 50
a dì 5 di luglio per Marino F. 804 ducati 10
Somma ducati 1409.4
Dare:
deve a dì 24 di febbraio per Marcello Pellegrino cassa ducati 10
a dì 26 detto per Tusio per Carusio F. 136 ducati 100
a dì detto per Giustiniano de Alitto F. 467 ducati 79.2
a dì 24 di marzo per detto F. 467 ducati 436.1.8
a dì 2 di giugno per Pellegrino per Monte F. 211 ducati 400
a dì 25 detto per Matteo di Ajello ducati 3.2.20
e per contanti fatto creditore in libro seguente ducati 21
Somma 1409.4

5) Russo Domenico > F 988
- Libro Maggiore 1594 volume unico:
Avere:
a di 4 di luglio per cassa ducati 18
Dare:
deve a dì 4 di agosto per contanti a lui medesimo cassa ducati 18

6) Michele Prenestino > F 49
- Libro Maggiore 1594 volume unico:
Avere:
per resto del libro precedente a F. 85 ducati ducati 12
Dare:
di deposito deve a dì 29 di marzo per contanti a lui medesimo ducati 12
_____________________________
BANCO DELL’ANNUNZIATA
Pandetta Anno dic. 1586 - 1587 = Volume unico
Spoglio:
1) Giovambattista Spinella {seta} > foglio: 648
2) Colavito de Fiore > F. 79, 859
3) Thomasio Paparino > F 853
__________________________
BANCO DI SANT’ELIGIO
Filza Matr. 86
Trascrizione di bancali estinte dal 18 al 20 e dal 22 al 24 dicembre 1597 con relativo indice dei nomi:
Abbreviazioni:
P. = Polizza
F.d.D. = fede di deposito
F.d.C. = fede di credito
(B) = partita di banco
I puntini di sospensione sottintendono:
- la formula di rito “e ponete a mio conto”
- la data topica se non è Napoli
- la data cronologica, che è riportata all’inizio della trascrizione

Seminara (Calabria Ulteriore): 191, 504
n. 191: “P(olizza). – 18 dicembre 1597 (B = partita di banco) ” (191).
n. 504: P. – 22 dicembre 1597 (B) “a Giovanne Viola {mercante di pelli} D.200 per una di cambio di Seminara di Gio Antonio de Zunica et Andrea Albano {cambiatori} de 24 passato pagabile a Paolo Soscima o chi ordinerà. E per esso girata al detto Giovanne per saldo e final pagamento de tante pelle venduteli e consignateli……. Scipione Turbolo e Marcantonio de Marino {cambiatori}” (504).
--------
Filza Matr. 58
Trascrizioni di bancali estinte il 27 e 29 gennaio 1597 con relativo indice dei nomi:
- Laddove non è indicato diversamente, le bancali si intendono emesse in Napoli.
n. 169: P. – 23.1 “a Cherobino…… procuratore del duca di Seminara D. 31.3.4 a conto di D.48.0.14 per una annata del censo che detto duca deve avere per la cessione del solo de le case che furno di Gio Batta Mareciagni a Monte Calvario dove si dice al ortola de detto duca quale censo si pagava a donna Isabella di Toledo duchessa di Castrovillari……. Mutio d’Angelo” (169).
-----------------------
Filza Matr. 64. Trascrizioni di bancali estinte il 12-13-14-16-19-20-21 maggio 1597 con relativo indice dei nomi:

-------------------
Filza Matr. 78:
Trascrizioni di bancali estinte dall’6 all 13 Settembre 1597 con relativo indice dei nomi:

--------------
Filza Matr. 1:
Trascrizioni di bancali estinte dal 2 all’11 Gennaio 1599 con relativo indice dei nomi:

-------------------------
Filza Matr. 3:
Trascrizioni di bancali estinte dal 13 al 22 Gennaio 1599 con relativo indice dei nomi:
n. 378: P. - P. 15.1 “a Damiano e Francesco Pallavicini {cambiatori} procuratori di Stefano Lomellino del quondam Agostino d.ti 150 a complimento di d.ti 400 atteso l’altri d.ti 250 selli sono pagati per il banco del Spirito Santo quali d.ti 400 selli pagano in nome dell’Università di Seminara per ordine del Reggente Castellet in conto delle terre che detta Università li deve viribus compulsus…. Fabritio Sorrentino” (378).
-----------------------
Filza Matr. 2:
Trascrizioni di bancali estinte dal 12 al 16 gennaio 1599 con relativo indice dei nomi:

------------------
Filza Matr. 4
Trascrizioni di bancali estinte dall’1 al 8 febbraio 1599 con relativo indice dei nomi:

Nessun commento: